Corona della Madonna delle Grazie - Bottega fiorentina (1619-1620),

Ufficio Beni Culturali Ecclesiastici

bozza-timbro1_edited-1Piazza Gabriotti, 10
06012 Città di Castello
Tel.0758554328
beniculturali@diocesidicastello.it
Direttore  Gian Franco Scarabottini
Segretaria  Federica Tarducci

L’Ufficio diocesano per l’arte sacra e i beni culturali ha come principale finalità di coadiuvare in forma stabile l’Ordinario diocesano e gli enti ecclesiastici posti sotto la sua giurisdizione in tutto ciò che riguarda la conoscenza, la tutela e la valorizzazione, l’adeguamento liturgico e l’incremento dei beni culturali ecclesiastici e dell’arte sacra, offrendo la propria collaborazione anche agli Istituti di vita consacrata e alle Società di vita apostolica operanti sul territorio della diocesi.3l-0314aL’Ufficio, in particolare, mantiene i contatti e collabora con le Soprintendenze competenti per territorio nelle materie, nelle forme e secondo le procedure previste dalla Intesa firmata il 26 gennaio 2005 tra il Ministro per i Beni e le Attività Culturali ed il Presidente della Conferenza Episcopale Italiana relativa alla tutela dei beni culturali di interesse religioso appartenenti ad enti ed istituzioni ecclesiastiche; mantiene i contatti e collabora con altri organi delle Pubbliche Amministrazioni competenti in materia di beni culturali nelle materie, nelle forme e secondo le procedure previste da eventuali altre intese. Negli ambiti di sua competenza, infine, l’Ufficio opera allo scopo di facilitare il dialogo, lo scambio di informazioni, la circolazione di esperienze e di competenze, la collaborazione all’interno della diocesi, tra diocesi della Regione e dell’intera Nazione. Opera inoltre per favorire la collaborazione tra istituzioni, associazioni e gruppi ecclesiali e istituzioni, associazioni e gruppi comunque operanti nell’ambito dell’arte e dei beni culturali.Potremmo dire che l’Ufficio è il braccio operativo del Vescovo nel servizio di tutela, conservazione e gestione del patrimonio artistico ecclesiale.Le competenze dell’Ufficio si estendono a tutte le materie e le iniziative nelle quali si esprime la conoscenza, la tutela, la valorizzazione, l’adeguamento liturgico e l’incremento dell’arte sacra e dei beni culturali ecclesiastici. Tali competenze riguardano anche gli archivi storici, le biblioteche, i musei e le collezioni esistenti nella diocesi.Per le questioni attinenti alla liturgia, all’edilizia di culto, alla catechesi, al turismo, ai problemi giuridici e ad altre eventuali che risultano connesse con la cura dell’arte sacra e dei beni culturali, l’Ufficio procede in collaborazione con i competenti Uffici e organismi di Curia.3md0122aAllo scopo di perseguire le finalità che gli sono affidate, l’Ufficio: svolge compiti di consulenza a favore di enti ecclesiastici e civili;è a servizio dei rappresentanti degli enti ecclesiastici allo scopo di istruire le pratiche da sottoporre all’esame della Commissione diocesana per l’arte sacra e i beni culturali;mette in esecuzione le decisioni della Commissione che abbiano ricevuto l’approvazione dell’Ordinario diocesano, anche per quanto attiene ai rapporti con le Soprintendenze e altri eventuali Pubbliche Amministrazioni; effettua visite e sopralluoghi; organizza e prende parte a incontri, seminari, convegni e iniziative formative sia in forma autonoma, sia in collaborazione con altri organismi ecclesiastici e civili; con la collaborazione della Commissione, elabora circolari, comunicazioni e strumenti, predispone iniziative e servizi per agevolare la formazione, la documentazione e l’informazione.
Il Direttore dell’ufficio è nominato dall’Ordinario diocesano, ed è scelto per la sua specifica competenza in materia di arte sacra e di beni culturali.
Nell’ambito della diocesi, il Direttore non può assumere, neppure gratuitamente, incarichi di progettazione in materia di arte sacra e di beni culturali, sia a favore di enti soggetti alla giurisdizione dell’Ordinario diocesano sia a favore di ordini o istituti religiosi.Nella maggior parte dei casi il Direttore dell’ufficio coincide con l’Incaricato diocesano per i beni culturali ecclesiastici. Nell’esercizio delle sue funzioni è fondamentale che l’Incaricato diocesano svolga un ruolo attivo e propositivo incentivando il servizio di consulenza nei confronti della realtà ecclesiale locale. Per questo sono determinanti la sua professionalità, la sua competenza ed il continuo aggiornamento suo e di coloro che lo affiancano nel servizio che è chiamato a fare e nei diversi settori di interesse dei beni culturali. D’altro canto è pure importante che le comunità ecclesiali, sacerdoti, parroci e laici riconoscano sempre più il ruolo dell’Incaricato diocesano e dell’Ufficio.

Commissione diocesana per l’Arte Sacra e i Beni Culturali
La Commissione è chiamata ad esaminare i progetti, le richieste e le iniziative che i legali rappresentanti degli enti soggetti alla giurisdizione dell’Ordinario diocesano presentano all’Ordinario stesso per ottenere le autorizzazioni previste dalle norme canoniche in materia di arte per la liturgia e di beni culturali.
La Commissione, inoltre esprime pareri e valutazioni sui quesiti ad essa sottoposti dall’Ordinario diocesano, dall’Ufficio di Curia competente in materia di arte e beni culturali, da altri Uffici di Curia e organismi diocesani. La Commissione, infine, di sua iniziativa o d’intesa con altri organi ecclesiali, elabora proposte e indirizzi allo scopo di tutelare, valorizzare e promuovere il patrimonio culturale diocesano, comprese iniziative informative, di sensibilizzazione e di formazione a favore del clero diocesano e religioso, dei laici, dei professionisti e degli artisti.

Membri
Mons. Giovanni Cappelli
Vicario Generale – Presidente
Gian Franco Scarabottini
Direttore Ufficio diocesano per Beni Culturali Ecclesiastici
Responsabile diocesano BB.CC.EE. ed edilizia culto
Don Andrea Czortek
Direttore Ufficio diocesano per la cultura e le Comunicazioni sociali
Direttore Archivio e Biblioteca Diocesana
Don Paolo Martinelli
Direttore Ufficio liturgico diocesano
Federica Tarducci
Ufficio diocesano per Beni Culturali Ecclesiastici

DOCUMENTI
Spirito Creatore. Proposte e suggerimenti per promuovere
la Pastorale degli Artisti e dell’Arte. Sussidio della Conferenza Episcopale Italiana
Spirito creatore_la pastorale nell arte

La riproduzione dei beni culturali di proprietà ecclesiastica
Normativa e procedure da adottare

MODULISTICA
Richiesta di autorizzazione alla riproduzione
di immagine di proprietà ecclesiastica
richiesta di autorizzazione immagini

Richiesta di autorizzazione alla consultazione dalla
Banca dati Inventario dei Beni culturali ecclesiastici
richiesta di autorizzazione alla consultazione

Liberatoria per utilizzo immagini
liberatoria materiale fotografico

Scheda per la richiesta di verifica dell’interesse culturale
verifca interesse culturale

Modulo di segnalazione per variazioni (furti, spostamenti, restauri)
nel patrimonio beni mobili ecclesiastici inseriti nella banca dati diocesana
modulo segnalazione modifica banca dati