Corona della Madonna delle Grazie - Bottega fiorentina (1619-1620),

Monache Clarisse Urbaniste (Monastero “S. Agnese”)

Monache Clarisse Urbaniste
(Monastero “S. Agnese”)
Via Roma, 29
06014 Montone Tel.075.930.61.40
e-mail: monastero.santagnese@gmail.com

 

L’origine del monastero di “S. Agnese” è da porre in relazione con la diffusione del Terz’Ordine francescano femminile, introdotto nell’Alta Valle Tiberina al principio del Quattrocento dalla Beata Angelina da Marsciano.

Esisteva anche a Montone, documentata fin dal 1492, una comunità di donne laiche che desideravano vivere il Vangelo, secondo l’esempio di S. Francesco d’Assisi, in povertà e castità.

Maturò lentamente tra le religiose il progetto di vivere in comunità, ma solo nel 1560, grazie al contributo concesso dalle autorità locali, le terziarie montonesi riuscirono ad acquistare delle case e a ristruttu-rarle: si tratta dell’immobile che corrisponde all’attuale monastero di via Roma. Il 1560 può essere considerato, quindi, l’anno di fondazione del monastero.

Come gran parte delle realtà religiose in Italia, anche questo monastero nel XIX secolo subì due soppressioni, nel 1810 e nel 1889, ma nel 1895 le Terziarie francescane riuscirono a rientrare nel proprio monastero, riscattandolo con grandi sacrifici.

Dall’inizio del Novecento la comunità religiosa si impegnò in attività a servizio della comunità montonese: dal laboratorio di ricamo e maglieria all’accoglienza delle piccole orfane della prima guerra mondiale, dall’asilo infantile alla cura dell’attigua chiesa parrocchiale.

Nel 1955 ci fu un’importante svolta della storia del Monastero di S. Agnese: la comunità, rispondendo a istanze della Santa Sede e a rinnovate esigenze evangeliche, decise di passare al Secondo Ordine Francescano (Clarisse) fondato da S. Chiara e S. Francesco d’Assisi, lasciando le attività esterne e accogliendo la forma di vita claustrale, dedicata interamente alla preghiera, in fraternità.

Il 28 agosto 1956 la Comunità aderì alla costituenda Federazione “Santa Chiara d’Assisi” delle Clarisse Urbaniste d’Italia.