Corona della Madonna delle Grazie - Bottega fiorentina (1619-1620),

Cronotassi dei Vescovi

Legenda:
FAM Figli dell’Amore Misericordioso
OCD Ordine dei Carmelitani Scalzi
OFM Cap. Ordine dei Frati Minori Cappuccini
OP Ordine dei Frati Predicatori
OSA Ordine di sant’Agostino
OSB Ordine di san Benedetto
OSB Oliv. Congregazione di Monte Oliveto Maggiore dell’Ordine di San Benedetto
OSM Ordine dei Servi di santa Maria
Prem. Ordine dei Canonici Premostratensi

1. Eubodio (465)
2. Mario (499)
3. Innocenzo (501 ‘ 504)
Probabile, ma non certa, la presenza di almeno un altro vescovo tra Innocenzo e san Florido.
4. san Florido (580 ca. ‘ 599 o 600)
5. Luminoso
Non è storicamente documentabile la figura del vescovo Alberto, che, secondo una tradizione locale diffusasi a partire dal XVII secolo, sarebbe morto martire nel 711.

6. Teodoro (714, o 715?)
7. Taciperto (752)
8. Bonifacio (761)
9. Leone (769)
10. Stabile (826)
11. Roderico (853 ‘ 861)
12. Rainaldo (tra 872 e 875 ca.)
13. Marino (877)
14. Pietro (900 ca.)
15. Ingizo (969 ‘ 998)
16. Pietro II (1023 ca. ‘ 1048)

Nel 1045 san Pier Damiani invita il papa a rimuovere i vescovi di Fano, Pesaro e Città di Castello. Il vescovo Pietro II è stato un grande vescovo, che ottenne la fiducia del papa Giovanni XIX il quale, nel 1029, lo nominò arbitro nella controversia tra i vescovi di Arezzo e di Siena. Perché, dunque, san Pier Damiani lo avrebbe giudicato indegno? Alcuni studiosi hanno ipotizzato un vescovo anonimo tra due vescovi di nome Pietro, II e III (documentato nel luglio 1048), al quale si sarebbe riferito Pier Damiani, ma il giudizio del riformatore monastico potrebbe essere attribuito non tanto all’indegnità del vescovo castellano, quanto a una divergenza di opinioni circa la riforma della Chiesa. La breve durata dell’episcopato dell’omonimo successore, e l’atteggiamento di attenzione nei confronti della canonica dimostrata dai due vescovi Pietro, II e III, indurrebbero a pensare che si tratti dello stesso personaggio.

17. Ermanno (1050 ‘ 1059)
18. Fulcone (1068)
19. Tebaldo (1071 ottobre 2 ‘ 1101 novembre 4)
20. Rodolfo I (1102 ‘ 1105 ca.)
21. Giovanni I (1105 ‘ 1120)
22. Ranieri I (1124 ‘ 1129)
23. Guido (1135 ‘ 1137)
24. Da vizzo, o Divizzo (1141 ‘ 1146)

Alcuni inseriscono tra Davizzo e Pietro IV un vescovo Ubaldo (cfr. Gams, p. 683), ma si tratta di un caso di confusione con il santo vescovo di Gubbio.

25. Pietro III (1153 ottobre 10 ‘ 1167)

Nel 1159 l’imperatore Federico I Barbarossa nomina vescovo di Città di Castello Corbello, considerato scismatico.

26. Tedelmanno (1167)
27. Pietro IV (1172 ‘1178)

Non è certo se si tratti di un nuovo vescovo Pietro, oppure se il suo episcopato sia stato interrotto da Tedelmanno.

28. Ranieri II (1178 ‘ 1204 giugno 7)
29. Rolando (1206)
30. Giovanni (1206/7 ‘ 1226)
31. Cortosonno (1227 ‘ 1228)
32. Matteo (1228 ‘ 1233)
33. Azzo (1234 ‘ 1251)
34. Pietro V (1252 luglio 29 ‘ 1265)
35. Niccolò (1265 agosto 25 ‘ 1279) Prem.

Alla morte del vescovo Niccolò è eletto vicario capitolare il canonico Rainaldo da Falzano.

36. Giacomo Cavalcanti (1279 maggio 25 ‘ 1301 ottobre)
37. Ugolino Gualterotti (1301 novembre 6 ‘ 1320)
38. Ugolino della Branca (1320 marzo 16 ‘ 1346 ca.) OSB

Orlando Albizzini, del clero della Diocesi di Città di Castello, eletto vescovo dall’antipapa Niccolò V nel 1328, poi trasferito alla sede di Volterra l’8 gennaio 1329.

39. Pietro Riccardi (1347 febbraio 19 ‘ 1358)
40. Buccio Bonori (1358 maggio 4 ‘ 1374 agosto 26)
41. Niccolò Marciari (1374 dicembre 4 ‘ 1378)
42. Ettore Orsini (1379 ottobre 7 ‘ 1387 luglio 17)
43. Bandello Bandelli (1387 settembre 16 ‘ 1407 maggio 13)
44. Giovanni del Pozzo (1407 giugno 3 ‘ 1409 agosto 9)
45. Bernardo Bartolomei (1409 agosto 9 ‘ 1423 novembre) OSM
46. Sirubaldo degli Ubaldi (1424 gennaio 10 ‘ 1441)
47. Rodolfo (1441 marzo 9 ‘ 1460 giugno 9) OSA
48. Giovanni Gianderoni (1460 luglio 4 ‘ 1475 luglio 16) OSA
49. Bartolomeo Maraschi (1475 luglio 15 ‘ 1487 settembre)
50. Giovanni Battista Lagni (1487 settembre 27 ‘ 1493 gennaio 13)
51. Nicola Ippoliti (1493 gennaio 13 ‘ 1498 gennaio 10)
52. Ventura Bufalini (1498 gennaio 18 ‘ 1499 aprile 17)
53. Giulio Vitelli (1499 aprile 17 ‘ 1503 agosto 4)
54. Antonio Maria Ciocchi del Monte (1503 agosto 4 ‘ 1506 febbraio 14)
55. Achille Grassi (1506 febbraio 14 ‘ 1515)
56. Baldassarre Grassi (1515 ‘ 17 febbraio 1535)

Cardinale Marino Grimano, amministratore apostolico (1534 aprile 19 ‘ 1539)

57. Alessandro Stefano Filodori (1539 marzo 5 ‘ 1554) OP
58. Vitellozzo Vitelli (1554 marzo 20 ‘ 1560)
59. Costantino Bonelli ( 1560 febbraio 7 ‘ 1572 aprile 4)
60. Antimo Marchesani (1572 giugno 2 ‘ 1581 ottobre 27)
61. Ludovico Bentivoglio (1581 novembre 26 ‘ 1602 settembre 19)

Alla morte del vescovo Ludovico Bentivoglio è eletto vicario capitolare Lancellotto Montelucci, proposto del capitolo cattedrale.

62. Valeriano Muti (1602 dicembre 26 ‘ 1610 marzo19)
63. Luca Semproni (1610 aprile 26 ‘ 1616 gennaio 15)
64. Evangelista Tornioli (1616 aprile 26 ‘ 1630) OSB Oliv.
65. Cesare Raccagna (1632 luglio 5 ‘ 1646 dicembre 24)
66. Francesco Boccapaduli (1647 maggio 6 ‘ 1672 ottobre 1)
67. Giuseppe Maria Sebastiani (1672 ottobre 3 ‘ 1689 ottobre 15) OCD
68. Giuseppe Musotti (1690 aprile 17 ‘ 1692)
69. Luca Antonio Eustachi (1693 marzo 9 ‘ 1715 novembre 4)

Alla morte del vescovo Eustachi l’arcidiacono della cattedrale, Flavio Fucci, è eletto vicario capitolare.

70. Alessandro Francesco Codebò (1716 giugno 8 ‘ 1733 aprile 30)
71. Ottavio Gasparini (1734 gennaio 20 ‘ 1749 settembre 12)
72. Giovanni Battista Lattanzi (1750 febbraio 23 ‘ 1782 febbraio 23)
73. Pietro Boscarini (1782 settembre 23 ‘ 1801 settembre 9)

Alla morte del vescovo Boscarini la diocesi è retta dal vicario capitolare don Antonio Berioli, dal settembre 1801 all’aprile 1802.

74. Paolo Bartoli (1801 dicembre 23 ‘ 1810 gennaio 19)

A motivo della difficile situazione politica, dal 1810 al 1814 la diocesi è retta da vicari capitolari: Domenico Fiorucci, Antonio Berioli e Francesco Maria Rampacci.

75. Francesco Antonio Mondelli (1814 settembre 26 ‘ 1825 marzo 2)
76. Giovanni Muzi (1825 dicembre 19 ‘ 1849 novembre 29)
77. Letterio Turchi (1850 maggio 20 ‘ 1861 novembre 8)

Antonio Belli vicario capitolare dall’8 novembre 1861 al 13 agosto 1867.

78. Paolo Micallef (1863 dicembre 21 ‘ 1871 ottobre 27) OSA
79. Giuseppe Moreschi (1871 novembre 14 ‘ 1887 novembre 9)

Alla morte del vescovo Moreschi è eletto vicario capitolare il canonico Giosuè Bicchi.

80. Domenico Fegatelli (1888 giugno 1 ‘ 1891 giugno 1)
81. Dario Mattei Gentili (1891 giugno 1 ‘ 1895 novembre 29)
82. Aristide Golfieri (1895 novembre 29 ‘ 1909 maggio 1)

Alla morte del vescovo Golfieri è eletto vicario capitolare il canonico Settimio Ranieri, in carica dal 6 maggio 1909 al 28 giugno 1910.

83. beato Carlo Liviero (1910 gennaio 7 ‘ 1932 luglio 7)

Pompeo Ghezzi, vescovo di Sansepolcro, amministratore apostolico dall’8 luglio 1932 al 26 maggio 1933.

84. Maurizio Crotti (1933 marzo 22 ‘ 1934 luglio 25) OFM Cap.

Canonico mons. Ernesti Piani vicario capitolare, dal 30 luglio 1934 al 10 febbraio 1935.

85. Filippo Maria Cipriani (1934 settembre 20 ‘ 1956 ottobre 8)

Canonico mons. dott. Quintilio Bianchi vicario capitolare dal 12 ottobre 1956 all’11 febbraio 1957.

86. Luigi Cicuttini (1956 novembre 30 ‘ 1966 settembre 7)

Can. Vincenzo Pieggi vicario capitolare dal 14 settembre 1966 all’8 febbraio 1967.

Raffaele Baratta, arcivescovo di Perugia, amministratore apostolico dall’8 febbraio 1967 al 20 dicembre 1969; Diego Parodi, amministratore apostolico dal 20 dicembre 1969 al 22 gennaio 1972.

87. Cesare Pagani (1972 gennaio 22 ‘ 1981 novembre 21)

Dal 21 novembre 1981 al 21 aprile 1982 mons. Cesare Pagani è amministratore apostolico di Città di Castello.

88. Carlo Urru (1982 aprile 21 ‘ 1991 febbraio 7)

Dal 7 febbraio al 9 marzo 1991 mons. Carlo Urru è amministratore apostolico di Città di Castello.

89. Pellegrino Tomaso Ronchi (1991 febbraio 7 ‘ 2007 giugno 16) OFM Cap.

Dal 16 giugno al 23 settembre 2007 mons. Pellegrino Tomaso Ronchi è stato amministratore apostolico di Città di Castello.

90. Domenico Cancian (2007 settembre 23) fam