Corona della Madonna delle Grazie - Bottega fiorentina (1619-1620),

Spigolatrici della Chiesa (Sede)

Casa “Spigolatrici”
Viale Stelvio, 16
06012 Città di Castello
Tel. 075.855.58.46

Le Spigolatrici della Chiesa attingono dal libro biblico di Rut il nome e il loro tipico servizio: l’appartenenza a Cristo, Signore e Padrone del “campo”, la ricerca della “spiga” dimenticata nel solco, la comunione con i Pastori e con tutto il popolo di Dio.
La vocazione specifica le pone in mezzo al mondo da sole, in piccoli gruppi od in famiglia con adattabilità a tempi, luoghi e persone. Come ogni laico cristiano s’impegnano nel lavoro professionale, nel volontariato e in attività varie di animazione cristiana e promozione umana, con competenza, sensibilità. Chiamate a “cambiare il mondo dal di dentro” (Giovanni Paolo II, 1980), le Spigolatrici tendono ad avere una visione eucaristica di tutta la realtà, con spirito di riparazione, annunciano che i germi della salvezza sono già presenti nel mondo e che Dio chiede di abitare nel cuore di ogni persona.
L’Istituto è iniziato in Umbria nella Diocesi di Città di Castello (Lippiano), nel 1947, e trae origine da una intuizione della fondatrice Pia Tavernelli: essere pietre vive della Chiesa nel mondo. E’ stato poi eretto come Istituto secolare di diritto diocesano, l’8 dicembre 1967, per opera di Mons. Pietro Fiordelli, Vescovo di Prato. E’ stato riconosciuto di diritto pontificio il 6 agosto 2007. Le Spigolatrici della Chiesa sono presenti in Italia, Malta, Svizzera, Brasile, India, Polonia, Argentina.

Responsabile: Sig.na Cristina Vanzetto.