21 agosto 2019

RICORDO DEL NOSTRO CONFRATELLO DIACONO FRANCO BELLI

Nato a Città di Castello il 9 settembre 1930, coniugato con Gabriella Monacelli, padre di 2 figli, Cristina e Bruno, e nonno di due stupendi nipoti, era stato ordinato Diacono il 28 giugno 1999. Ha collaborato con le Parrocchie di S. Maria Maggiore e S. Maria Nova in S. Domenico. Persona estroversa, sempre sorridente, riusciva a fare sempre comunione e comunità. Attivo in molti modi. Da molti anni organizzava soggiorni estivi per le famiglie a Pineto degli Abruzzi, prima assieme a Don Bruno, poi dalla sua morte, sostituendolo nell’organizzazione. In questi soggiorni diceva sempre che aveva la possibilità di testimoniare la sua vocazione, mettendosi a disposizione delle persone e colloquiando con loro. Era innamorato della Madonna di Medjugorje, dove si recava spesso. Gran canterino, ogni occasione era buona per farci ascoltare la canzone dedicata alla Madonna di Medjugorje. Sempre presente ogni volta che la comunità Diaconale si riuniva, sia ai tempi di Don Loris, che dopo. Partecipava sempre anche agli esercizi spirituali, dove per la verità aveva qualche difficoltà a stare in silenzio. L’ultima parte della sua vita è stata una vera via Crucis, sotto tutti i punti di vista. Dal giorno dell’incidente fra ospedali, interventi chirurgici, alti e bassi, ha passato questi ultimi quasi 5 anni alternandosi tra letto e carrozzina, sempre mantenendo una dignità esemplare. A chi lo andava a trovare lo accoglieva con un sorriso. Era il suo modo di comunicare riconoscendoti e facendoti capire la sua gioia dello stare insieme. Sempre più prigioniero del suo corpo ci ha lasciato come la moglie Gabriella desiderava; tornando alla casa del Padre con serenità. Una figura, una persona che mancherà a tutta la Comunità Diaconale. Siamo certi che dal Cielo continuerà a “sorvegliarci” per creare una vera Comunità fondata sull’amore per il Signore e fra di noi (diac. Sergio).

Martedì 11 febbario, mentre la Chiesa stava per celebrare la memoria della Madonna di Lourdes e la giornata mondiale del malato, dopo un lungo periodo di infermità amorevolmente assistito dalla moglie Gabriella e dai figli Cristina e Bruno, é morto il diacono Franco Belli.

Nato a Città di Castello il 9 marzo 1940 ha svolto la propria attività lavorativa come dipendente della Ferrovia Centrale Umbra diventando capostazione titolare a Trestina e a Città di Castello.

Raggiunta l’età della pensione, vivendo la grazia di un radicale ripensamento di vita, aveva iniziato il percorso di discernimento nella comunità diaconale tifernate guidata dal compianto mons. Loris Giacchi. É stato ordinato diacono permanente dal vescovo Pellegrino Tomaso Ronchi il 28 giugno 1999. Ha svolto il proprio ministero nelle comunità parrocchiali di Santa Maria Maggiore, di Santa Maria Nova e di san Domenico.

La Chiesa diocesana di Città di Castello ringrazia il Signore per il dono del diaconato che Franco ha svolto e si unisce al dolore e alla speranza di tutti i familiari che lo hanno benevolmente seguito, curato ed amato.

 A trenta giorni dalla scomparsa del nostro amato Franco, martedì 11 marzo alle ore 18.00, presso la CHIESA DI SANTA MARIA NOVA, si terrà la messa in sua ricordo.