19 agosto 2019

CONVEGNO L’ALTRAPAGINA L’educazione: l’arte di coltivare la vita

L’Altrapagina è una cooperativa editoriale, che da 28 anni svolge attività di animazione culturale. Un’attività che ruota essenzialmente attorno al mensile (che esce puntualmente dal mese di gennaio 1984) e al convegno nazionale organizzato annualmente a Città di Castello nel mese di settembre.
Gli interlocutori ai quali via via l’altrapagina si è rivolta per affrontare le grandi questioni del nostro tempo sono in parte gli stessi personaggi che hanno partecipato ai convegni (da Raimon Panikkar a Susan George, da Maurice Bellet a Riccardo Petrella, da Bruno Amoroso a Massimo Cacciari, da Rodrigo A. Rivas a Raniero La Valle, da Giulietto Chiesa a Pietro Barcellona, da Alex Zanotelli a Gianni Mattioli a Gianni Tamino, solo per citarne alcuni).
La finalità di Altrapagina è quella di promuove la cultura della solidarietà e del bene comune. Una importante specificità de l’altrapagina è quella di coniugare questioni locali e questioni di carattere nazionale e internazionale.
CONVEGNO l’atrapagina 2019: L’educazione: l’arte di coltivare la vita
Dal 7 all’8 settembre presso il Teatro degli Illuminati di Città di Castello si svolgerà il XXXIII° convegno nazionale di studi con il tema: “L’educazione: l’arte di coltivare la vita”.
I ragazzi di oggi respirano un clima di individualismo e di competizione che è stato elaborato dal mondo degli adulti ma non è sufficiente a sostenere la vita. C’è bisogno di significati, altrimenti l’uomo sprofonda. Si ha l’impressione che i giovani siano defraudati dei sogni che animano l’esistenza, condannati a vivere di niente, senza nessuno che li aiuti a costruire una base solida per affrontare il percorso più decisivo.
La solitudine crescente delle nuove generazioni può essere guarita solo lasciandosi coinvolgere in una relazione reale, che significa ascolto, condivisione, cammino insieme. È urgente un grande risveglio del mondo adulto, per costruire una società più accogliente per i giovani, che sono i primi a essere misconosciuti e respinti. Hanno bisogno invece di essere pensati, portati nel cuore, in una silenziosa gestazione che fa fiorire l’esistenza umana come una continua nascita. Educare significa appassionarsi, riallacciare il filo con le nuove generazioni, ricordando che si educa non con quello che si dice, ma con quello che si è.
Questa solitudine delle nuove generazioni e il risveglio educativo degli adulti verranno affrontati da alcuni esperti come Francesco Tonucci laureato in pedagogia e dal 1982 ricercatore CNR. Gianni Vacchelli narratore, scrittore e docente in un liceo milanese. Marco Lodoli laureato in lettere, insegna all’istituto professionale “Giovanni Falcone” di Roma. Roberto Mancini professore ordinario di Filosofia teoretica all’Università di Macerata. Educare significa appassionarsi, riallacciare il filo con le nuove generazioni, ricordando che si educa non con quello che si dice, ma con quello che si è.
Informazioni ed iscrizioni: tel. 0758558115 (dalle ore 9.00 alle 12.00) oppure tel. 3711858865 (dalle ore 17.00 alle 19.00). Email: segreteria@altrapagina.it

Sabato 7 settembre 2019
09,00 inizio dei lavori, introduce Achille Rossi
09,30 relazione di Francesco Tonucci
10,45 pausa
11,00 dibattito
12,00 introduzione di Marco Lodoli
13,00 sospensione dei lavori, pausa pranzo
15,00 ripresa dei lavori
15,30 relazione di Marco Lodoli
16,30 relazione di Gianni Vacchelli
17,30 pausa
18,45 sospensione dei lavori

Domenica 8 settembre 2019
09,00 ripresa dei lavori, introduce Gianni Vacchelli
09,30 relazione di Roberto Mancini
10,45 pausa
11,00 dibattito
13,00 conclusione dei lavori