4 aprile 2018

IL VESCOVO INFORMA

In questo mese di gennaio (e forse anche nei prossimi mesi) avremmo ancora a che fare con le restrizioni dovute alla pandemia. Incoraggio sacerdoti, diaconi e coloro che hanno ministeri e servizi pastorali a fare tutto ciò che è possibile nell’ambito del culto, della catechesi e della carità, sempre nell’osservanza delle direttive del Governo e della CEI. Dedichiamo tempo per la preghiera, per la nostra formazione, per far sentire nei modi possibili la nostra vicinanza speciale a tutti coloro che soffrono. A volte basta una telefonata, l’invio di un sussidio e di messaggi che sono molto graditi, la disponibilità alla confessione… Sollecitiamo a spazio alla “chiesa domestica“ invitando a meditare il Vangelo, a pregare, a riflettere, a vivere ancora meglio le relazioni familiari. È bene che si concordino possibili iniziative a livello parrocchiale e di unità pastorale. Come diocesi gli appuntamenti sono quelli elencati nel calendario che avete qui. Per ora non so se siano possibili gli Esercizi spirituali per il clero (gli ultimi anni si facevano in questo periodo a Collevalenza, assieme a Perugia) e la “due giorni” in febbraio. Appena ho qualcosa di certo lo farò sapere per WhatsApp. Comunque il ritiro del clero avrà luogo mercoledì 20 gennaio presso le sale parrocchiali della Madonna del Latte. Lo terrà il nuovo rettore del seminario regionale, Don Andrea Andreozzi. • Ricordo la Lettera Apostolica di Papa Francesco “Patris corde“ in occasione del 150º anniversario della dichiarazione di San Giuseppe quale patrono della Chiesa univer- 4 sale (anno dedicato a San Giuseppe). Richiama sette tratti che dovrebbero caratterizzare anche la nostra paternità spirituale: meritano attenzione. Come merita ancora riflessione l’enciclica Fratelli tutti. E’ da proporre come tema centrale per la comunità ecclesiale e civile. • Il primo giorno dell’anno è dedicato alla Vergine Maria, Madre di Dio. Dopo aver contemplato il Bambino Gesù, la Chiesa ci invita a guardare la Madre che l’ha accolto con umiltà, coraggio e tanto amore. Dinanzi alle imprevedibili difficoltà lei meditava e custodiva tutto nel suo cuore, nel silenzio rispettoso e attento della mamma, senza risentimenti verso chi non l’aveva ospitata e verso chi voleva addirittura uccidere il Figlio, accettando l’esilio. Maria, Madre di Dio e madre nostra, ci insegna la via dell’amore e della pace che Gesù più tardi annuncerà. • In questa luce mariana, si celebra la 54ª Giornata Mondiale della Pace, che ha il seguente tema: “La cultura della cura come percorso di pace”. Praticare ed educare alla cura, scrive il Papa, è la via per “debellare la cultura dell’indifferenza, dello scarto e dello scontro, oggi spesso prevalente”. La pandemia aggrava la crisi alimentare, economica, migratoria. Il Papa rinnova l’appello: mettere i soldi delle armi in un fondo contro la fame, affinché misure adeguate garantiscano a tutti l’accesso ai vaccini. Il Messaggio del Papa per la Giornata merita un’attenta lettura. Sarebbe opportuno offrirne copia ai fedeli (si trova facilmente in Internet sul sito della Santa Sede www.vatican.va), oltreché trarne spunto per l’omelia. • Il 6 gennaio si celebra la Giornata dell’infanzia missionaria (Giornata missionaria dei ragazzi). La solennità dell’Epifania e la festa del Battesimo del Signore concludono il ciclo liturgico del Natale. Ci aiutano ad approfondire la dimensione missionaria della Chiesa, sulla quale giustamente molto insiste Papa Francesco. • Il 17 gennaio celebreremo la 32.ma giornata per l’approfondimento e lo sviluppo del dialogo tra cattolici ed ebrei. Concludiamo quest’anno la riflessione comune sulle Meghillot fermando la nostra attenzione sul libro di Qohelet. È l’occasione per ripensare all’importanza della rettitudine e dell’onestà, della giustizia e della carità. Invito le parrocchie a trovare un momento di preghiera per questa intenzione. Più avanti troverete un commento da usare nelle celebrazioni. • Dal 18 al 25 gennaio 2020 avrà luogo la Settimana di preghiera per l’unità dei cristiani. Il Signore ha chiesto insistentemente al Padre che i suoi discepoli siano “una cosa sola con Lui”, come Lui è “una cosa sola col Padre” (cf Gv 17). La divisione proviene dal peccato e costituisce uno scandalo per il mondo già drammaticamente diviso per altri motivi. Per il 2021 il materiale per la Settimana di preghiera per l’unità dei cristiani 2021 è stato preparato dalla Comunità monastica di Grandchamp . Il tema scelto dalla Commissione Internazionale del Pontificio Consiglio dell’Unità dei Cristiani e dalla Commissione Fede e Costituzione del Consiglio Ecumenico delle Chiese, tratto dal Vangelo di Giovanni 15, 1-17 è: “Rimanete nel mio amore: produrrete molto frutto”. Quest’anno non ci sarà la preghiera ecumenica con le altre Chiese cristiane, come negli altri anni, ma solo nelle parrocchie con la propria gente. Chiedo che in ogni parrocchia, unità pastorale e comunità si programmino momenti di preghiera seguendo il testo proposto. Il sussidio lo si può richiedere in vescovado o in Libreria Sacro Cuore. 5 • Mercoledì 20 gennaio 2021, dalle ore 9:30, alla Madonna del Latte si terrà il ritiro mensile del clero, guidato dal nuovo rettore del Seminario regionale Don Andrea Andreozzi. Il tema del ritiro: “Preti e diaconi con il cuore di Padre”. Una riflessione a partire dalla Lettera apostolica di Papa Francesco “Patris Corde” sulla paternità spirituale del clero. • Invito a consegnare alla Caritas le offerte raccolte per sostenere i nostri Centri di ascolto e l’Emporio della solidarietà che sono le nostre strutture per venire incontro alle necessità dei poveri, purtroppo in aumento. Anche la Giornata per l’infanzia missionaria (6 gennaio) e la Giornata della lebbra (30 gennaio) sono occasioni che dovremo valorizzare perché la nostra fede si traduca in una carità sempre più generosa. Ammiro e ringrazio i molti volontari, tante persone attente e sensibili, le aziende e le ditte disponibili a donare quanto possono per sostenere le attività caritative. • L’ufficio della Pastorale Familiare diocesana ci informa che il “Corso di preparazione alle Nozze” nella parrocchia di S. Giovanni Battista in Città di Castello avrà inizio il giorno 25 gennaio (per informazioni tel. 075 855 32 34; parrocchia.zoccolanti@gmail.com). • Continuano le celebrazioni del settimo centenario della morte e della Beata Margherita, la cui canonizzazione sta procedendo bene. Facciamo presente nelle nostre comunità la sua stupenda testimonianza e invochiamola per vivere anche noi in modo evangelico il tempo che il Signore ci dona. È uscito da poco un libretto dal titolo: “Beata Margherita. Attualità di una testimonianza”. Ha il pregio di essere ben documentato, è di facile lettura e presenta tutti gli aspetti principali della sua vita evangelica. Fatelo conoscere: lo si può trovare in Libreria Sacro Cuore. • Preghiamo anche per i sacerdoti, specialmente quelli anziani e malati. Il Signore li sostenga dando loro salute e serenità. Siamo loro vicini. Preghiamo pure per la pastorale giovanile e vocazionale, impegniamoci tutti per accompagnare le persone al discernimento vocazionale. Viviamo un tempo di forte calo delle vocazioni al matrimonio cristiano, alla vita consacrata, al sacerdozio e al diaconato permanente. Gesù ci ha chiesto di pregare il Padrone della messe.