28 febbraio 2018

IL VESCOVO INFORMA

Domenica 11 marzo la Cattedrale si è riempita dei ragazzi della cresima con i loro genitori e i catechisti. È stata un’esperienza straordinaria. I giovani hanno preparato molto bene canti, filmati, testimonianze. I ragazzi hanno seguito con attenzione tutto, compresa la Santa Messa che ha concluso l’incontro.
Mentre ringraziamo chi ha preparato, propongo che l’esperienza si ripeta ogni anno.

Circa 230 giovani hanno fatto il pellegrinaggio diocesano nei giorni 2-3-4 aprile alla “Santa Casa“ di Loreto, facendo tappa prima a Cingoli e poi a Montefano.
Proprio Loreto, è stata la meta del primo pellegrinaggio diocesano 25 anni fa, nel 1994. Per questo lo slogan era: “Si torna a Casa!” Li ho accolti con tanta gioia, insieme all’arcivescovo di Loreto Mons. Fabio Dal Cin. Nella casa del Si di una Ragazza umile e coraggiosa, abbiamo detto il nostro Si al Sogno di Dio su ciascuno di noi. La Vergine Maria ci aiuti a mantenere l’impegno! È stata un’altra bella occasione per prepararci al Sinodo sui giovani, al quale anche la nostra Chiesa vuole partecipare, come già da tempo stiamo facendo in vari modi.

Molto interessante è stato anche il Triduo pasquale di circa 250 ragazzi del Mato Grosso. Ospiti al Seminario, hanno raccolto nelle case materiali di vario genere, destinando il ricavato della vendita ai poveri nelle missioni. Io stesso ho partecipato con soddisfazione all’ultimo incontro, in cui sono state fatte interessanti riflessioni.

Domenica 8 aprile è la Domenica della Divina Misericordia. San Giovanni Paolo II ha istituito questa festa nella domenica in Albis, secondo la richiesta fatta dal Signore a Santa Faustina Kowalska. In fondo è la lettura del mistero pasquale in chiave di Amore e Misericordia. I testi liturgici sono particolarmente adatti per benedire e ringraziare la Santissima Trinità dell’immensa benevolenza nei nostri confronti, per i doni che Gesù crocifisso e risorto ha riversato su di noi: lo Spirito Santo, la pace, il perdono, la grazia, la missione.
Papa Francesco ha sottolineato tante volte la centralità della misericordia, specialmente con il Giubileo. Possiamo riprendere i testi di Santa Faustina, Giovanni Paolo II, Papa Francesco per meglio comprendere.

Dal 7 aprile fino al 17 giugno farò la Visita pastorale nella Zona Sud. Più avanti troverete il programma dettagliato. Invito ancora a pregare perché sia il Buon Pastore a visitare il suo popolo e sia il Signore a curare e coltivare la vigna che la sua destra ha piantato.
Ricordo che lunedì 9 aprile è la Solennità dell’Annunciazione del Signore (che non abbiamo potuto celebrare il 25 marzo). I santi, gli artisti, i poeti hanno espresso in molti modi questo grande Mistero dell’Incarnazione di Gesù, momento in cui il Figlio di Dio dal seno del Padre prende carne nel seno di Maria, che si è resa disponibile con la risposta più bella che creatura possa dare a Dio: “Ecco la serva del Signore: avvenga per me secondo la tua Parola”.

Domenica 22 Aprile 2018, nella quarta domenica di Pasqua, celebriamo la 55ª Giornata di preghiera per le vocazioni. Lo slogan biblico che ispira il cammino vocazionale della Chiesa Italiana è: «Dammi un cuore che ascolta», in stretta consonanza con la prospettiva del Sinodo dei Vescovi: «I giovani, la fede e il discernimento vocazionale».
Sabato 21 aprile alle ore 20:00 a Perugia ci sarà una Veglia vocazionale di carattere nazionale. Il giorno dopo, sempre nella cattedrale di Perugia, il Cardinale Gualtiero Bassetti presiederà la Messa della Giornata vocazionale nazionale. Sono invitati in modo particolare i giovani.

Il 3 aprile le monache Cappuccine hanno avuto il loro Capitolo elettivo. È risultata eletta Abbadessa Madre Maria Giovanna e Vicaria Sr Letizia. Preghiamo per loro e per tutte le nostre amate consorelle perché abbiano nuove vocazioni. La loro presenza e testimonianza nella Chiesa e nella Città, sulle orme di Santa Veronica, è da tutti apprezzata.

Ricordo che mercoledì 18 aprile avremo il ritiro mensile del clero. Appuntamento alle 9:30 presso le suore Piccole Ancelle Sacro Cuore.

Chiedo di sensibilizzare le persone nel destinare l’8×mille al sostentamento della Chiesa, dei sacerdoti e delle opere di carità. Abbiamo bisogno di questo sostegno economico per continuare il nostro servizio pastorale e caritativo (più avanti trovate la modalità).