5 giugno 2017

Il vescovo informa

La prima parte della Visita pastorale iniziata il 23 aprile, si sta concludendo. Dal 23 aprile al 6 maggio sono stato a San Giustino; dal 7 al 20 maggio a Lama; dal 21 al 27 maggio a Selci ed ora dal 28 maggio ai primi di giugno a Cerbara. Il 1° giugno alle 18:00 avrà luogo una celebrazione per l’Unità pastorale a San Giustino, nella festa del Patrono.
Il bilancio, grazie all’aiuto del clero, è davvero positivo. Ho presieduto celebrazioni partecipate; incontri con il Consiglio pastorale, degli affari economici, della Caritas, con le persone impegnate nella pastorale; ho fatto catechesi ai bambini, ai ragazzi, ai giovani, alle famiglie, visite a quasi tutti i malati e alle case degli anziani; ho partecipato al Consiglio comunale e ho fatto visita alle scuole, alle Proloco, al CVA, alle molteplici Associazioni; alle aziende.
Ho incontrato con piacere le piccole comunità: Cospaia, Corposano, Sant’Anastasio, Altomare, Celalba, Pitigliano, Renzetti, Colleplinio. Ho fatto visita ai cimiteri e ho pregato con la gente che lì si è radunata. Ho cercato di essere disponibile per ascoltare e accogliere chi voleva parlare con il Vescovo, accettando inviti a pranzo e cena.
Mi riprometto, a giorni, di mandare una lettera alle singole parrocchie e alle Unità pastorale, tenendo conto anche delle risposte ai questionari e delle osservazioni dei Convisitatori per ciò che attiene l’aspetto amministrativo.
Dopo aver fatto un resoconto al Consiglio Presbiterale (lunedì 29 maggio), ne farò un altro nelle ritiro del Clero il 14 giugno (raccomando la partecipazione di tutti: sacerdoti e diaconi) e un altro ancora al Consiglio Pastorale Diocesano il 19 giugno.

Il 2 giugno facciamo memoria dei santi Crescenziano e compagni martiri. Sono gli evangelizzatori della nostra Chiesa, le cui reliquie sono conservate nella cripta della Cattedrale. Invochiamo con fede e con gratitudine la loro intercessione.
Invito ad usare il nuovo Proprio Diocesano (Messale-Lezionario-Liturgia delle Ore) ormai disponibile per tutti. Chi non l’ha, lo trova in parrocchia o in Cancelleria.
Ricorderemo in modo particolare i nostri santi alle ore 16:00 a Pieve de’ Saddi, luogo del martirio di San Crescenziano e della morte del nostro patrono San Florido. La Pieve, grazie alla disponibilità della famiglia Bosi, accoglie i pellegrini di passaggio e offre un’ospitalità molto gradita.

Sabato 3 giugno, alle ore 21:00, in Cattedrale presiederò la Messa propria della Vigilia di Pentecoste. È una delle celebrazioni a carattere diocesano perché è proprio a Pentecoste che inizia il cammino della Chiesa. Avremo la gioia di pregare tutti insieme: clero, religiosi/e, laici, aggregazioni laicali (movimenti, gruppi, associazioni). Verranno instituiti nuovi ministri straordinari dell’eucaristia, lettori e accoliti. Invochiamo lo Spirito perché continui a guidare con la sua potente azione la nostra Chiesa, convinti che senza Lui nulla possiamo. Allo Spirito vogliamo riaffidarci, impegnandoci a non contristarlo, anzi a “vivere secondo lo Spirito”.
Sollecito dunque la partecipazione maggiore possibile a tale celebrazione curata dall’Ufficio Liturgico. Insieme chiederemo al Signore la grazia della comunione ecclesiale e il dono di nuove e sante vocazioni. I sacerdoti e i diaconi portino il camice e la stola rossa.

Giovedì 8 giugno a Collevalenza, con inizio alle ore 9:30, avrà luogo la celebrazione della Giornata di Spiritualità presbiterale per il clero dell’Umbria (vedi la lettera d’invito). Chiedo ai sacerdoti e diaconi di prenotarsi in Cancelleria per organizzare il viaggio con le macchine, altrimenti ognuno provveda da sè.
Domenica 18 giugno, celebreremo la solennità del Corpus Domini. Come l’anno scorso, avrà luogo la solenne celebrazione, alla quale invito tutte le parrocchie del Centro storico e della periferia (Zona Pastorale Centro). È bello e giusto che il Santissimo Sacramento, oltre che in Cattedrale, sia portato anche nelle nostre piazze e nelle vie cittadine. Invito alla partecipazione. È l’occasione per ringraziare Gesù del dono dell’eucaristia, “sacramento dell’Amore” e per imparare da Lui a vivere nella carità verso il prossimo.

Come concordato con il clero, il 20-21 giugno faremo una gita di due giorni a Venezia (vedi il programma). È un momento di fraternità che favorisce la comunione presbiterale.

Il 29 giugno è la solennità dei Santi apostoli Pietro e Paolo. Invito ad una preghiera particolare per la Chiesa, fondata su queste “due colonne”, per Papa Francesco che il Signore ci ha dato come successore di Pietro, per la nostra Chiesa. Raccomando la colletta obbligatoria per la carità del Papa.

Il 29 giugno tanti sacerdoti ricordano l’anniversario dell’ordinazione sacerdotale.
Quest’anno ricorre il 50º di sacerdozio di Mons. Cangi e Mons. Zambri. I festeggiamenti di Mons. Cangi si faranno il 1° luglio alle 18:00 a Pistrino. Tutto il clero è invitato. Per festeggiare Mons. Zambri concorderemo la modalità più avanti, essendo stato ordinato nel mese di dicembre.
A tutti loro il nostro augurio accompagnato dalla gratitudine e dalla preghiera. Ringraziamo il Signore per il nostro clero: 46 sacerdoti del clero diocesano, 9 religiosi, 17 diaconi e 3 seminaristi. Preghiamo per loro e sosteniamoli nel loro impegno pastorale non facile.
Faccio presente che alcuni sono nelle condizioni di grave sofferenza. È doveroso ricordarli al Signore e far loro visita. A volte si trovano abbastanza soli, dopo aver donato la loro vita agli altri. Ricordo in particolare Mons. Ronchi che si trova nell’infermeria dei Cappuccini di Perugia. Sta benino. Invito di andare a trovarlo (Via Luigi Canali, 14, 06124, Perugia, non distante dalla stazione). Ricordo anche Loris Giacchi, Mons. Celestino Vaiani, Mons. Cesare Pazzagli, Mons. Domenico Renzini, Don Sante Trottini, Mons. Giovanni Bastianoni e il diacono Franco Belli. Anche qualcuno più giovane ha problemi di salute. Preghiamo per loro e per nuove vocazioni.

Il 30 giugno inizia la novena di Santa Veronica. Più avanti, si trova il programma. Invito alla partecipazione, invocando ancora l’intercessione della nostra cara Santa.

Le Parrocchie della Diocesi organizzano, nella prossima estate, varie attività rivolte ai ragazzi, ai giovani e alle famiglie. Queste attività, mettendo in atto la collaborazione tra le varie parrocchie all’interno delle unità pastorali e delle Zone pastorali, curano la formazione dei ragazzi e dei giovani, oggi più che mai preziosa. Il Signore benedica e renda fruttuoso questo servizio.

La Conferenza Episcopale Umbra e noi tutti ci rallegriamo per la stima manifestata dai Vescovi italiani nei confronti del nuovo Presidente, Cardinale Gualtiero Bassetti, arcivescovo metropolita di Perugia-Città della Pieve. Ringraziamo Papa Francesco per averlo scelto quale Presidente della Conferenza Episcopale Italiana, confermando la stima e l’apprezzamento manifestato da tutto l’episcopato. La ricca umanità del cardinale Bassetti, la sua profonda spiritualità, la sua lunga e feconda esperienza pastorale, la sua attenta vicinanza ai sacerdoti e ai Seminari, la sua costante premura per i poveri e le persone in difficoltà, lo sosterranno nell’impegno di annunciare e diffondere la gioia del Vangelo. Lo sosteniamo anche noi con la preghiera e l’affetto.